7 settembre 2013

Marmellata di Uva Spina


L'estate è volata, a causa del brutto tempo è iniziata tardi e quindi nel breve periodo concesso me la sono un po' goduta al mare e poi in montagna con marito e figlio, ai fornelli ho lasciato un po' di respiro mentre per il forno è stato totale relax.
Come uno scoiattolino però ho fatto comunque una piccola scorta di cose per l'inverno come salsa di pomodoro, verdure gratinate cotte e congelate e poi ovviamente marmellate, non molte a dire il vero ma avendo trovato dell'uva spina bio a km non ho potuto fare a meno di non provarla.
Non l'avevo mai assaggiata, mangiata nature non mi entusiasma particolarmente a differenza degli altri frutti di bosco ma nella versione marmellata non è per niente male, ha un gusto che ricorda la prugna e la ciliegia, io ho messo poco zucchero quindi non è poi così dolce e più che spalmata sul pane la vedrei abbinata a qualche bel formaggio..

Per questa marmellata ho usato

1 kg di uva spina
400 g di zucchero di canna
1 mela

Lavare l'uva spina e metterla in una pentola con lo zucchero e la mela tagliata a pezzi (con la buccia), portare a bollore a fuoco medio.
Non appena inizia a bollire abbassare la fiamma al minimo e continuare la cottura 30 minuti circa.
A questo punto la frutta è cotta ma lo sciroppo è molto liquido quindi con una schiumarola togliere la frutta e far continuare la cottura solo al liquido fino a quando non avrà una consistenza un po' sciropposa. Per capire quando il liquido è addensato basta introdurre un cucchiaio tenuto qualche minuto in frigo: se il liquido vela il cucchiaio allora potete aggiungere di nuovo la frutta che avevate tolto prima.
Una frullata veloce con un frullatore ad immersione ed è pronta.
Invasare bollente, chiudere bene i tappi e far freddare fino al giorno dopo a testa in giù.
 
Attenzione sempre alla sterilizzazione dei vasetti e dei tappi: i vasetti vanno lavati molto bene e messi in forno ad asciugare a 120/130 ° per una mezz'ora abbondante mentre i tappi vanno fatti bollire poi una volta scolati fatti asciugare su un canovaccio pulito.
 


Nessun commento:

Posta un commento