15 ottobre 2014

Crostata Brownies




Ripartiamo in dolcezza con una bellissima ricetta di Luca Montersino!!
Sono passati quasi 4 mesi dall'ultimo post ed è proprio ora di riaprire le finestre, togliere le ragnatele e riaccendere i fornelli. Questo periodo è volato e vuoi per il lavoro , vuoi per le vacanze, vuoi per il fatto che ho perso tutte le ricette che avevo salvato su una chiavetta ( sigh) i fornelli virtuali sono rimasti spesso spenti anche se le chiacchiere non si sono mai fermate.

24 aprile 2014

TiraCheeseSù...un po' Cheesecake un po' Tiramisù


Uova da smaltire? Voglia di un dolce delicato al caffè con un tocco di cioccolato? Ecco, avete trovato quello che stavate cercando!
Io l'ho preparato per il compleanno del mio maritozzolo che ogni anno puntualmente alla domanda "che dolce vorresti per il tuo compleanno?" risponde :"il tiramisù" e io ogni volta cerco di trovare un modo per riproporne il gusto ma non nella classica versione.
Questa volta sono andata a cercare ispirazione nel famosissimo blog di Imma, pieno zeppo di dolci buonissimi,  naviga naviga mi imbatto nel suo Cheesecake al caffè e cioccolato ed è stato amore a prima vista!

15 aprile 2014

Pizza di Formaggio con biga



Nelle Marche non c'è Pasqua senza la Pizza di Formaggio, da tradizione mangiata a colazione con salame tipo fabriano o ciauscolo  ed altri affettati vari locali.
Negli anni ho sperimentato diverse ricette, in giro che ne sono tante, ogni famiglia usa farla a suo modo anche se in genere poi si somigliano un po' tutte, lo scorso anno avevo provato QUESTA fatta seguendo la ricetta di Fiorella, la mamma di un mio carissimo amico.
Quest'anno avevo voglia di qualcosa che prevedesse una lievitazione più lenta, volevo qualcosa di più soffice, quasi scioglievole, che somigliasse per consistenza quasi ad un panettone .....perchè in fondo la chiamiamo pizza ma in realtà è un panettone salato al formaggio...
Comunque gira gira tra i blog "made in Marche" che seguo e trovo tre ricette bellissime, quella di Donatella, quella di Sandra e quella di Ale, dubbio amletico presto risolto, le prime due prevedevano l'uso del lievito madre, il mio in questo momento non gode di ottima salute , così mi butto sicura del risultato finale sulla ricetta della Pizza di Formaggio di AleTitti con una biga di 16 ore.

Il risultato è proprio quello che avevo sperato di ottenere!!!! Soffice, formaggiosa, delicata.....

14 aprile 2014

Crostata Crema al Porto e Melone (Vegan)




Lo so lo so è quasi Pasqua e ci sarebbe bisogno di ricette utili a smaltire le tonnellate di cioccolata che nei prossimi giorni invaderanno le nostre dispense ma c'era un appuntamento che non volevo assolutamente perdere e cioè il contest sulle Crostate in versione salutare lanciato dal sito Il Goloso Mangiar Sano curato da due fantastiche sorelle, Elisabetta e Federica , che ho avuto il piacere di conoscere personalmente.

Nel loro sito ci sono decine e decine di ricette golose ma salutari, sono una continua ispirazione per chi come me sta cercando di modificare le proprie abitudini alimentari.

8 aprile 2014

Vegan Gyros




Giorni fa su Marcopolo mi capita di vedere un reportage dalla Grecia allora mi tornano in mente alcune vacanze trascorse lì, mi tornano in mente i luoghi , i colori ed i profumi e oltre alla voglia di mare cristallino spiaggia e sole mi viene anche una voglia matta di Gyros.

Il Gyros è lo street food più famoso della Grecia, cugino dei Kebab che ormai spopolano anche in Italia, il più buono l'ho mangiato in un piccolo locale quasi nascosto sull'Isola di Lefkada ormai più di dieci anni fa....sarà forse l'ora di tornarci????

Visto che in casa stiamo cercando di cambiare verso delle abitudini di vita più salutari ho pensato di esorcizzare questa bontà libidinosa evitando di usare grassi animali così ho pensato di sostituire la carne con del seitan per la salsina ho usato yogurt di soia naturale (senza aromi o zucchero).

Risultato??? Da leccarsi i baffi!!!!!

Per il Gyros

120 g di seitan (io  ho preso quello tipo alla piastra)
pepe
paprica
sale
olio

Per la salsa
4 cucchiai di yogurt di soia al naturale non zuccherato
1/4 di spicchio di aglio
1/2 cucchiaino di aceto
1 fettina di cetriolo
prezzemolo

pomodoro rosso
insalata
cipolla 

e ovviamente il pane Pita ( la ricetta potrete trovarla QUI )



E' semplicissimo: tagliare il seitan a fettine abbastanza sottili cercando di fare dei tagli obliqui come si fa quando si scaloppa la carne o si sfiletta il pesce, disporre le fette su una placca da forno e insaporire con sale pepe paprika e un filo di olio ( per i bambini piano con le spezie!)
Passate nel forno caldo a 200° per 5 minuti , il seitan non deve assolutamente seccare.


Preparate la salsa frullando tutto insieme tranne il prezzemolo che va aggiunto per ultimo tagliato a coltello, io l'ho fatta un po' in base alle mie papille poi regolate voi a seconda se i vostri gusti sono più o meno strong.

Ora non vi rimane altro che preparare il panino partendo da una pita tiepida, insalata, due o tre fette di pomodoro, il seitan , se piace della cipolla fresca tagliata sottile e una bella cucchiaiata di salsa allo yogurt.

Arrotolate e godete!



Certo il massimo sarebbe gustarlo davanti a questo panorama, all'ombra con la brezza marina che ti accarezza ed un bel birrone ghiacciato....

Lefkada - Immagine presa dal web

7 aprile 2014

Pita Greca



Ecco la ricetta base del famoso pane Pita , un pane lievitato rotondo e schiacciato tipico nel Medio Oriente e nei paesi de Mediterraneo. Il suo uso cambia a seconda del paese di provenienza:nel mondo arabo lo si usa ad esempio per mangiare l'hummus, una purea di ceci speziata, in egitto come contenitore delle falafel , polpette speziate a base di ceci crudi tenuti a lungo in ammollo e più vicino a noi viene arrotolato per ospitare succulenti kebab o gyros. 

24 marzo 2014

Mug Cake Yogurt & Mirtilli



E' la moda del momento, impazza su tutti i blog, dall'altra parte dell'oceano è da un bel po' che gira e io non potevo mica non provarlo? Lo ammetto ero titubante, ma come si può ottenere un dolcetto profumato e soffice in 5 minuti?  Ebbene si è possibile , mi è piaciuto talmente tanto che lo proverò di sicuro in diverse varianti.
E' un dolce che ci vuole più tempo a dirlo che a farlo, adattissimo per tutti gli attacchi di coccola dolce improvvisa o per ospiti dell'ultimo minuto!
Vi servirà una ciotola, una tazza ed un forno a microonde!

11 marzo 2014

Focaccia Soffice di Renato Bosco


Non so quante volte ho addentato la focaccia soffice della panetteria chiedendomi " ma come la fanno?" . Una mollica sottile e stretta, una crosta praticamente inesistente e la scioglievolezza che si prova al primo morso. Ho provato tante volte a farla, ormai era diventata una sfida con me stessa soprattutto dopo che ad ogni tentativo il mio gnomo di quasi sei anni puntualmente sottolineava che quella della panetteria era più soffice...
Ho provato tante belle ricette, tutte ottime ma non davano il risultato che stavo aspettando....ho fatto tentativi con la patata nell'impasto, con lo yogurt, con la lecitina .....mi chiedevo sempre quale fosse il reale segreto per ottenere una focaccia del genere poi un giorno accendo la tv e vedo per la prima volta Renato Bosco intento nella preparazione della focaccia , croccante in quel caso, che con due parole di ma la risposta che cercavo: 
alta idratazione = focaccia croccante
bassa idratazione = focaccia soffice

E io che pensavo che ci fosse chi sa quale barbatrucco, è proprio vero che ho ancora tanto da imparare e tante volte la risposta sta proprio nelle cose più banali.
Qualche giorno dopo vedo la ricetta della versione soffice sul blog di Donatella e alla prima occasione ho subito provato!

5 marzo 2014

Torta Ricotta e Arancia


Questa torta rientra senz'altro nella top five stilata dalle mie papille in materia di torte da colazione o da credenza. Una di quelle torte dalla consistenza un po' umida che si scioglie in bocca , profumata e ricca ma allo stesso tempo priva di grassi......che altro dire per convincervi a provarla?

28 febbraio 2014

Focaccine di Segale e Avena con esubero di lievito madre



Mai mai e poi mai avrei pensato di ottenere un risultato così in poco tempo e senza tante accortezze. Diciamolo il lievito madre è laborioso, va accudito, va nutrito, vuole stare al calduccio per crescere bene e se te lo dimentichi si offende e non cresce più.
Ogni preparazione va programmata per tempo, prima i rinfreschi poi l'impasto e la lunga lievitazione, insomma la mia convinzione fino ad oggi era che per mangiare ad esempio una pizza fatta con lievito madre il sabato sera dovevo iniziare tutta la preparazione il giovedì e per carità ne vale tutta la pena . Questa certezza è definitivamente crollata quando cercando in rete delle idee per smaltire il blob che stava diventando padrone della mia cucina non leggo questa cosa per me rivoluzionaria: il lievito madre si può usare freddo, preso direttamente dal frigo e senza nessun rinfresco! Ma come???? io che ad ogni rinfresco ripongo nel forno con la lucina accesa per garantire il calduccio ideale e che con il naso appiccicato nel vetro faccio un tifo sfegatato a fin che raddoppi il suo volume e sia bello arzillo per le successive preparazioni scopro che invece con poca spesa posso ottenere la massima resa?? Non potevo non provare!

20 febbraio 2014

Gnocchi (poco viola) di Patate Vitellotte


 Per la serie "giovedì gnocchi" ecco i miei gnocchi (poco) viola ottenuti con le patate Vitellotte delle quali onestamente ignoravo l'esistenza fino a qualche tempo fa. Le avevo adocchiate al supermercato ma non capivo cosa fossero poi una volta a casa dopo una rapida ricerca su internet decido di prenderle, torno nel supermercato ma erano finite...uffa ma solo io ne ignoravo l'esistenza?????
Finalmente qualche giorno fa le ho ritrovate e non ho perso tempo per provarle.

13 febbraio 2014

Zeppole di Carnevale di Nonna Ida



Nonna Ida non era la mia nonna ma è sicuramente una di quelle persone che mi porterò nel cuore, era una quelle vicine di casa che ti conoscono dalla nascita, una di quelle con le quali condividi la quotidianità e che un po' fanno parte della tua famiglia, una di quelle vicine con le quali ti ritrovi a chiacchierare fuori nelle calde serate estive....ho mille ricordi di lei ma quello più vivo è legato proprio al Carnevale e alle sue zeppole ( e bomboloni, sempre con la stessa ricetta).
 Non so esattamente quante ne preparasse so solo che erano tante le famiglie che avevano l'onore di poterle assaggiare: lei aveva un pensiero sempre per tutti.
A distanza di tanti anni ho ricevuto la ricetta dalle mani di sua nipote, gliel'ho scritto ma forse non immagina veramente che regalo mi ha fatto! 
E' la ricetta perfetta per dare il via al periodo più fritto dell'anno, semplice sia come ingredienti sia come esecuzione e dal risultato strepitoso.... dopo tanti anni finalmente ho scoperto quale fosse il barbatrucco di tanta sofficità.
Il primo morso è stato un autentico tuffo nel passato!

11 febbraio 2014

Gamberoni Thai al Curry e Latte di Cocco



E anche San Valentino è ormai alle porte, basta guardarsi in giro per vedere un fiorir di cuori da tutte le parti. Lo ammetto, non sono mai stata una fan di questa giornata, o meglio di tutte quelle feste comandate in cui è "uso" fare qualcosa come regalare una rosa o uscire per una cenetta romantica.
La cenetta a me piace prepararla con tutta tranquillità in casa magari osando qualcosa di diverso un po' fuori dai soliti sapori, una bottiglia di buon vino, quattro chiacchiere in relax ed uno gnomo di cinque anni e mezzo che continua ad accendere e spegnere l'immancabile candela a centro tavola.
Ecco a chi come me ama la versione casalinga di San Valentino ed è curioso di provare sapori provenienti dall'altra parte del mondo suggerisco di provare questa ricettina facile, veloce , d'effetto e perchè no anche afrodisiaca.

6 febbraio 2014

Pane alla Trigonella






Immagino che qualcuno leggendo il titolo avrà detto : "Pane alla coooosa?"
Nessun problema: anche io ho avuto lo stesso pensiero la prima volta che ho trovato questo ingrediente nel libro "Il pane delle Dolomiti"acquistato durante la vacanza in montagna la scorsa estate
Non capivo cosa fosse, l'unica cosa che avevo capito era che si trattava di una spezia che ricorreva spesso nella preparazione dei  vari tipi di pane così trovandomi sul posto ho iniziato a cercarla chiedendo a destra e sinistra ma niente..nessuno capiva quello che stavo cercando e quando le mie speranze erano ormai perse una signora gentilissima mi fa "ah ma lei allora sta cercando la Zigainerkraut...vada in erboristeria e chieda del Brotklee" Ho percorso la strada che mi separava dall'erboristeria ripetendo in testa quelle due parole sconosciute nel tentativo di non dimenticarle, entro e chiedo con fare intimorito " Ha per caso il Brotklee?" e la commessa " certo Signora! quanto ne vuole?"
Evviva!!!!!!!!  Avevo vinto, ero riuscita a trovarlo!!
Apre il barattolone e il profumo intenso mi inebria, un profumo familiare di erba, di fieno...il profumo del pane di montagna!

29 gennaio 2014

Torta Tiramisù ...e Buon Compleanno!



Buon Compleanno Blog!!! E'  passato un anno da quando ho premuto il tasto "pubblica" per la prima volta e da allora tante cose sono cambiate. Occuparmi di questo piccolo e modesto spazio mi ha portato a conoscere tante belle persone appassionate di cucina e non, mi ha fatto capire che avevo tanto da imparare e pian piano lo sto facendo, ho scoperto una passione per i lievitati e per la fotografia che mi hanno portato a fare spese un po' pazze. A volte mi sono detta "ma perchè? ma chi me lo fa fare? io non sono all'altezza" poi puntualmente è arrivato  il commento o il messaggio che ti tira su il morale e dopo  una rapida sbirciata alle statistiche che mi informano dei 10.518 occhietti curiosi sono passati qui mi dico ma si, vado avanti, in fondo l'ho aperto senza pretese e quindi vada come vada sarà un successo.
Avrei potuto o forse dovuto gestirlo in modo diverso, non avrei dovuto abbandonarlo per lunghi periodi, diciamo che il primo anno è stato di rodaggio e tante nuove idee sono già lì pronte per il nuovo anno.

23 gennaio 2014

Strudel Pere Cioccolato ed Amaretti



Penso che ormai si sia capito il mio amore verso l'Alto Adige e la sua cucina, non che noi nelle Marche siamo da meno ma ogni tanto è così bello cambiare aria e menù.
Questa volta ho provato a rivisitare una delle ricette principe della cucina alto atesina ovvero sua maestà lo Strudel. Anche per lui le scuole di pensiero sono diverse: nella zona del Trentino è fatto con pasta chiamata appunto "strudel" ovvero una pasta tirata sottilissima fatta con acqua,uova, olio e farina poi man mano che si sale verso il confine questa viene sostituita dalla pasta frolla.....e se proprio devo scegliere voto per la seconda!

16 gennaio 2014

Crema di Zucca con Cavolo Nero Croccante


Da dove si ricomincia dopo quasi due mesi di assenza??? Beh prima di tutto dagli Auguri di Buon Anno!!
Il Natale nel blog non è praticamente esistito, mille impegni , cento cose da fare, problemini da risolvere e poi una bella pausa in montagna con gli amici per ricaricare le batterie hanno lasciato nell'abbandono totale il mio angoletto web....ma io non amo definirmi una food blogger, le food blogger vere sono altre, io sono una food blogger a tempo perso mettiamola così!
Comunque se nel blog non c'è stata traccia delle festività appena trascorse sulla bilancia si sono viste e come allora si riparte con una cosuccia light ma saporita e per niente banale che va a dare man forte ai tanti buoni propositi per il nuovo anno.